Babbo Claus borse di studio finale desiderio of malato terminale bambino che muore in il suo braccia

da Super User
L'attore Eric Schmitt-Matzen dice di aver detto al ragazzo: "Sei il mio numero uno elfo" Un attore di Babbo Natale ha raccontato come pensasse di non riuscire mai a svolgere il ruolo di nuovo quando un giovane ragazzo terminale malato morì nel suo braccia, appena dopo la domanda: "Santa, puoi aiutarmi?" Eric Schmitt-Matzen, 60, del Tennessee, ha ricevuto una chiamata da un infermiere presso il suo ospedale locale che gli ha detto che doveva andare "adesso" per visitare un ragazzo che voleva incontrare Santa - senza nemmeno abbastanza tempo per passare alla sua piena vestito dopo essere tornato a casa dal lavoro. Il quinquennale era così debole che lottava per sbloccare l'attuale che sua madre aveva chiesto al signor Schmitt-Matzen di consegnare, WHAS11 ha riferito. Mr Schmitt-Matzen si è seduto sul suo letto e ha detto: "Cosa sento di questo per aver perso il Natale? Non puoi perdere Natale!" "Perché tu sei l'elfo di un numero uno?" Ha detto a WHAS11: "Dicono che morirò", mi disse. "Come posso dire quando arrivo a dove vado?" Ho detto: "Puoi farmi un grande favore?" Quando arriva lì, le dici che sei l'elfo di numero uno di Santa e so che ti faranno entrare. "" L'ingegnere meccanico ha aggiunto: up e mi ha dato un grande abbraccio e ha chiesto un'altra domanda: 'Santa, puoi aiutarmi?' "Mi avvolgo le braccia intorno a lui. Prima di poter dire qualcosa, morì proprio lì. Lo lasciai stare, continuava a abbracciarlo e tenendolo addosso. "Tutti fuori dalla stanza hanno capito cosa è accaduto. Sua madre è entrata. Stava urlando:" No, no, non ancora! " Ho consegnato il figlio indietro e sono andato più velocemente possibile. " Il signor Schmitt-Matzen, un veterano dell'unità di elite Ranger dell'esercito americano, ha detto che "è corsa dalla stazione di infermiere che mi ha battuto la testa" e ha pensato: "non sono solo tagliato per questo". Ha detto che non potrebbe portarsi a visitare i suoi nipoti il ​​giorno successivo ed era "un cestino per tre giorni". Ci sono voluti più di una settimana per smettere di pensarci e tornare al lavoro, ha aggiunto

Lasciare il tuo Commenti

Commenti

  • Non ci sono commenti trovati