Natale ha spiegato Perché is Natale Giorno on dicembre 25, che cosa ha incenso e mirra, e dove is Betlemme?

da Super User
Noi rispondiamo alle domande cruciali di Natale che sei stato troppo imbarazzato per chiedere CHRISTMAS è proprio dietro l'angolo e, per la maggior parte di noi, significa condividere regali, mangiare e bere troppo e guardare un sacco di televisione. Ma perché esattamente è festeggiato il Natale di dicembre 25? E che succede comunque l'incenso? Leggi per scoprire ... Quali sono l'incenso e la mirra? L'incenso e la mirra sono resine aromatiche che fanno un aspetto regolare attorno al periodo di Natale e si dice siano stati dotati dai tre uomini saggi, insieme all'oro, alla nascita di Gesù. "E quando entrarono in casa, vedevano il bambino con Maria sua madre, caddero e lo adoravano; e quando avevano aperto i loro tesori, gli offrirono doni; l'oro e l'incenso e la mirra. "(Matthew 2: 11) Mentre la maggior parte di noi ha familiarità con l'odore legnoso che lascia un soffio di Natale nell'aria, che cosa è esattamente? Entrambe sono ricavate da alberi secchi e sono stati utilizzati per una serie di cose tra cui incenso e medicina tradizionale. Il frinello proveniente dagli alberi decidui di Boswellia e la mirra proviene da alberi di Commiphora. Entrambe possono essere trovate in Africa e nei paesi costieri della penisola araba. L'incenso dà un odore boscoso e fruttato - un profumo familiare familiare - ed è stato utilizzato per profumare le case degli antichi romani. È stato utilizzato anche in antichi rituali egiziani, masse cattoliche ed è stato utilizzato per trattare una serie di disturbi. E 'ancora usato nelle medicine tradizionali asiatiche per aiutare la digestione e alleviare l'infiammazione. Il mosto, che ha un aroma boscoso e amaro, è stato utilizzato anche nelle medicine tradizionali per vestire le ferite perché causa il contatto del tessuto. Può anche essere aggiunto alle bevande, talvolta utilizzate in vino e liquori per aggiungere sapore. Per ottenere queste resine aromatiche, i tagliatori effettuano un taglio verticale nel tronco d'albero. Il sapone oscilla dall'albero e si secca, formando gocce a forma di lacrima, raccolte dopo due settimane. Betlemme è il luogo di nascita di Gesù, e quindi un luogo santo per i cristiani in tutto il mondo, ma dove è esattamente questa città sacra? La città di Palestina si trova a soli cinque chilometri a sud di Gerusalemme in Israele. La bibbia cita che circa 2,000 anni fa un angelo chiamato Gabriel si avvicinò a una giovane donna ebraica chiamata Mary e le disse che avrebbe nascita il figlio di Dio. Maria e suo marito, Giuseppe, vivevano in una città chiamata Nazareth, ma dovette viaggiare a Betlemme per registrarsi per un censimento ordinato dall'imperatore romano Cesare Augusto. La coppia ha impiegato diversi giorni per percorrere le miglia 65 da Nazareth a Betlemme. Quando Giuseppe e Maria arrivarono a Betlemme, non c'era posto per loro, perché la locanda era già piena, per cui passavano la notte in una scuderia. Quella notte, Gesù è nato, segnando il giorno di Natale. Per secoli, i pellegrini cristiani hanno fatto la passeggiata di circa due ore e mezzo da Gerusalemme a Piazza Manger, dove Gesù è nato, per commemorare la nascita di Cristo. Il luogo di nascita è segnato da una stella d'argento intarsiata in una grotta sotto la chiesa della Natività del sesto secolo. Manger Square è il punto focale dell'attività delle celebrazioni natalizie non una volta, ma tre volte l'anno. Oltre alla celebrazione tradizionale occidentale, che inizia il dicembre 24, il greco-ortodosso contrassegna il loro Natale il gennaio 6 e l'osservanza armena è il gennaio 19. Betlemme ha una popolazione di circa 25,000 people.Christmas Day è la celebrazione della nascita di Gesù Cristo, ma in realtà non c'è data ufficiale della nascita registrata nella Bibbia. Dalla prima metà del IV secolo la Chiesa cristiana occidentale ha posto il giorno di Natale il dicembre 25. Si pensa che la data sia stata scelta in quanto è esattamente nove mesi dopo che i cristiani credono che Gesù fosse immacolato concepito, nel marzo 25. Dicembre 25th potrebbe essere stato scelto anche perché il dicembre solstizio d'inverno - il giorno più breve dell'anno - e gli antichi festival pagani di mezzanotte romani chiamati 'Saturnalia' e 'Dies Natalis Solis Invicti' si sono svolti a dicembre intorno a questa data - così è stato un tempo quando le persone già celebravano le cose. Il solstizio d'inverno significa che l'inverno è finito e la primavera è venuta ai pagani e le feste romane hanno celebrato il dio Roam Saturn. 'Dies Natalis Solis Invicti si traduce in' il compleanno del sole non conquistato 'ed è stato tenuto il dicembre 25, quando i Romani pensavano che il solstizio d'inverno avvenisse. I primi cristiani possono aver dato a questo festival un nuovo significato e lo hanno adottato per essere la nascita di Cristo. Mentre il Natale è ampiamente celebrato il dicembre 25 nel calendario gregoriano - il calendario in uso quasi universale nel mondo secolare - alcune chiese orientali festeggiano ancora Natale il dicembre 25 nel calendario giuliano, che effettivamente scende il gennaio 7 nel calendario gregoriano. Anche se c'è una differenza di date, non c'è nessuna controversia sulla data di nascita di Gesù, solo il calendario che dovrebbe essere utilizzato. Una mangiatoia è luogo comune in un gioco di natività, essendo il culla di make-shift il bambino Gesù è stato posato in è nato. Ma una mangiatoia è in realtà un lungo vano di legno da cui gli animali beve. "Quando il bambino Gesù è nato, sua madre Maria lo ha posto in una mangiatoia" (Luca 2: 7). Mangeri furono trovati ovunque vennero conservati il ​​bestiame - in questo caso la stabile Maria e Giuseppe dormivano per la notte. Non avendo i servizi disponibili nella stalla, Maria avrebbe dovuto fare i conti con gli strumenti che aveva, posando il bambino Gesù in una mangiatoia con un letto morbido di fieno piuttosto che il pavimento freddo di una stalla. La mangiatoia è diventata oggi un importante simbolo spirituale. Gli animali vanno al mangiatore per il cibo fisico, ma con Gesù che giace sul fieno, possiamo andare alla mangiatoia per il cibo spirituale.

Lasciare il tuo Commenti

Commenti

  • Non ci sono commenti trovati