'Stop detto Natale' Sacerdote mette in guardia Cristiani to abbandonare il parola

da Super User
I CRISTIANI dovrebbero smettere di usare la parola Natale perché è stata dirottata da "Babbo Natale e renne", ha esortato un prete cattolico irlandese. Padre Desmond O'Donnell ha detto che i cristiani di tutte le confessioni devono rendersi conto che il Natale e la Pasqua non hanno più alcun significato sacro. Ha detto al Belfast Telegraph: "Abbiamo perso il Natale, proprio come abbiamo perso la Pasqua, e dovremmo abbandonare completamente la parola. Dobbiamo lasciarlo andare, è già stato dirottato e dobbiamo solo riconoscerlo e accettarlo. "Sto semplicemente chiedendo che lo spazio sia preservato per i credenti per i quali il Natale non ha nulla a che fare con Babbo Natale e renne. "La mia esperienza religiosa del vero Natale, come tanti altri, è molto profonda e reale - come l'aria che respiro. Ma i non credenti meritano e hanno bisogno anche della loro celebrazione, è una dinamica umana essenziale e tutti ne abbiamo bisogno nella durezza della vita. "Sto solo cercando di salvare la realtà del Natale per i credenti rinunciando a 'Natale' e sostituendolo con un'altra parola. "Sono tutto per i cristiani che scelgono di festeggiare il Natale andando fuori a mangiare e gustando un bicchiere di vino, ma la commercializzazione di qualsiasi cosa non è mai buona." Padre O'Donnell, uno psicologo e autore registrato, oltre che un prete, ha aggiunto che non intendeva la sua affermazione essere una critica ai non cristiani. Ha detto che se il cattolicesimo non ha affrontato la realtà di ciò che il Natale è diventato "la secolarizzazione e la vita moderna continuerà a riciclare la chiesa". Il sacerdote, il cui ultimo libro To Love And To Be Loved è stato pubblicato a settembre, ha ammesso di non essere stato spero che l'istituzione sacra sia disposta a cambiare, ma avvertiamo che il suo rifiuto di farlo avrà conseguenze. Le parole di padre O'Donnell arrivano sulla scia del furore su Greggs che sostituisce il piccolo Gesù con un rotolo di salsiccia in un presepe per una pubblicità. L'amministratore delegato del gruppo di pressione della Freedom Association, Simon Richards, ha affermato che la pubblicità era "malata" e che il rivenditore "non oserebbe" insultare le altre religioni. Anche la UK Evangelical Alliance ha condannato la panetteria di strada, affermando che si trattava di un espediente che sembrava riguardare la "produzione di uno scandalo per la vendita di prodotti da forno". L'immagine pubblicitaria raffigurava i Re Magi attorno al presepe, con il Cristo bambino sostituito dal prodotto di firma di Greggs. Un portavoce di Greggs ha detto: "Siamo davvero dispiaciuti di aver causato qualche offesa, questa non è mai stata nostra intenzione." Il Rev. Mark Edwards della Chiesa di San Matteo a Dinnington e St. Cuthbert's Church a Brunswick hanno detto che Greggs era "irrispettoso". Ha detto: "Va oltre il semplice mercantilismo, sta mostrando un totale disprezzo e mancanza di rispetto verso una delle più grandi storie mai raccontate, e penso che le persone di tutte le fedi saranno offese da questo". La pubblicità ha creato un dibattito sulla pagina Facebook di Greggs ma solo una minoranza di commenti si è lamentata della scena.

Lasciare il tuo Commenti

Commenti

  • Non ci sono commenti trovati