Qui viene Babbo Claus, on Lago erba medica

da Super User
Ogni anno, un villaggio sul Lago dei Quattro Cantoni ospita una delle tradizioni di vacanze più spettacolari della Svizzera: il Klausjagen. Tradotto liberamente come "inseguendo Babbo Natale", Klausjagen è una processione con centinaia di uomini e ragazzi che fracassano le fruste, suonano le corna, suonano campanacci giganti e portano enormi lanterne fatte a mano sulle loro teste.

Le lanterne a lume di candela - chiamate Iffelen - hanno la forma di cappelli vescovili e sono realizzate con carta velina per creare l'aspetto delle vetrate. Impiegano centinaia di ore per realizzarsi, ma durano per anni, purché non si bagnino. Questi Iffelen sono l'attrazione principale del Klausjagen, anche se il loro scopo è quello di annunciare l'arrivo di San Nicola (Niklaus) e il suo sinistro compagno, Schmutzli.



Questo film 360 ° offre delle prospettive unite: la tradizione ha le sue radici nell'antica fertilità e nei rituali del raccolto, dove gli uomini avrebbero sollevato un putiferio per spaventare gli spiriti maligni e migliorare i raccolti del prossimo anno. Ma nel corso dei secoli, è degenerato in esplosioni casuali di rumore, disturbando molti abitanti della tranquilla Küssnacht ai piedi del Monte Rigi. Gli sforzi per domare i capperi integrando la figura cristiana di St Nick hanno avuto un certo successo.

Così a dicembre 5, 1928 - la vigilia del giorno di San Nicola - alcuni locali hanno iniziato una sfilata divertente e dignitosa. Ha attecchito, e oggi la Società di San Nicola ha quasi membri 2,000 - tutti maschi. (Le donne possono iscriversi a un club simile nella vicina Immensee.) Una versione per bambini della sfilata di Klausjagen si svolge all'inizio della giornata. Oltre alla messa in scena della processione annuale, la società Klausjagen svolge attività caritative a beneficio dei bisognosi, in particolare dei bambini e degli anziani.

Lasciare il tuo Commenti

Commenti

  • Non ci sono commenti trovati