fa Babbo Claus Venire a partire da Finlandia?

da Super User
Se chiedi ai finlandesi da dove viene Babbo Natale, diranno che Korvatunturi è caduto in Lapponia. Gli olandesi lo chiamano Sinterklaas, e in Germania, si chiama Weihnachtsmann. Potresti conoscerlo semplicemente come Babbo Natale. È un uomo di molti nomi e molte nazioni lo rivendicano come loro. Ma un paese potrebbe essere un passo avanti nel dichiararsi casa ufficiale di Babbo Natale.

San Nicola, il generoso santo cristiano medievale che credeva di essere l'ispirazione dietro l'odierna Santa Claus, fu vescovo della piccola città romana di Myra nel 4esimo secolo in quella che oggi è la Turchia. E anche se la posizione dei suoi resti è contestata - alcuni credono di essere in Italia mentre altri sostengono che è sepolto in Irlanda - in ottobre 2017 gli archeologi turchi hanno scoperto una tomba sotto la chiesa di San Nicola nella provincia di Antalya, non lontano dalle rovine dell'antica Myra, che credono appartenga a San Nicola stesso. Se la Turchia è in grado di reclamare l'ultimo luogo di riposo di San Nicola, gli amanti della Santa in tutto il mondo avranno una nuova meta di pellegrinaggio - ma non se la Finlandia ha qualcosa da dire al riguardo.

Se chiedi ai finlandesi da dove viene Babbo Natale, diranno che Korvatunturi è caduto in Lapponia. La patria di greggi di renne e spesso coperte di neve, il Korvatunturi caduto è ritenuto da molti finlandesi il sito del laboratorio segreto di Babbo Natale. Sebbene Korvatunturi sia stato divulgato solo come location del workshop in 1927 (è stato rivelato in diretta dal conduttore radiofonico Markus Rautio), la tradizione finlandese di Babbo Natale è molto più antica.



Prima che il cristianesimo arrivasse in Finlandia nel Medioevo, i finlandesi celebrarono Yule, una festa pagana di metà inverno contrassegnata da un'elaborata festa. Il giorno di San Knut (13 di gennaio), il giorno in cui molti paesi nordici segnano la fine delle festività natalizie, nuuttipukki - uomini vestiti con giacche di pelliccia, maschere di corteccia di betulla e corna - andrebbero porta a porta per chiedere doni e scroccare il cibo avanzato. I nuuttipukki erano spiriti maligni; se non ottenevano ciò che volevano, facevano rumori forti e spaventavano i bambini. Quando la carità di San Nicola divenne nota in Finlandia durante gli 1800, la sua immagine si mescolò con la tradizione preesistente dei nuuttipukki mascherati per creare Joulupukki. Traducendo con "Yule Goat", Joulupukki distribuiva regali invece di richiederli. A differenza di Babbo Natale che scende dal camino, Joulupukki, vestito con abiti rossi, busserebbe alla porta e chiederà "Onko täällä kilttejä lapsia?" ("Ci sono bambini ben educati qui?"). Dopo aver consegnato i suoi doni, Joulupukki sarebbe tornato a Korvatunturi caduto; Korvatunturi è il posto in cui i finlandesi credono che Joulupukki possa sentire tutto.

A novembre 2017, il ministero finlandese dell'Istruzione e della cultura ha approvato Joulupukki (o tradizione finlandese di Babbo Natale, come è noto oggi) per essere incluso nell'inventario nazionale del patrimonio vivente, una lista che è sostenuta dal Consiglio nazionale delle antichità come parte della Convenzione dell'Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. "Questo è stato un grande passo per il finlandese Babbo Natale e per noi", ha detto Jari Ahjoharju, rappresentante della finlandese Santa Claus Foundation. "Speriamo che alla fine la tradizione finlandese di Babbo Natale sia inclusa nella lista internazionale dell'eredità culturale immateriale dell'Unesco". Secondo Ahjoharju, anche se la lista dell'Unesco non riconoscerebbe Babbo Natale come un finlandese univoco, sarebbe comunque un riconoscimento monumentale per la Finlandia , rafforzando la sua posizione di paese in cui vive Babbo Natale.

Quindi, perché provi anche a rivendicare Babbo Natale? Forse la domanda migliore è chi non vorrebbe reclamarlo. Per prima cosa, Babbo Natale è, per molti, la figura pacifica, amante del divertimento, regalo, che vuole diffondere gioia. Certo, alcuni lo vedono come il volto moderno del mercantilismo, ma è difficile negare la contagiosità dello spirito allegro di Babbo Natale. Alla fine, immaginario o no, è un ambasciatore di buona volontà.

E sì, il turismo è una considerazione chiave. Secondo Visit Finland, il numero di pernottamenti in Lapponia è cresciuto di quasi 18% l'anno scorso. Mentre l'aurora boreale è certamente una grande attrazione, Ahjoharju ha detto che la maggior parte dei turisti che visitano la Lapponia desiderano conoscere la Santa Finlandese a Rovaniemi, sede del Villaggio di Babbo Natale. È un'attrazione significativa e, in quanto tale, un patrimonio inestimabile per la crescente industria turistica finlandese.

Se i resti di San Nicola si trovassero davvero ad Antalya, sarebbe sicuramente una potente aggiunta alla pretesa di Babbo Natale nei confronti della Santa. Tuttavia, la Turchia manca ancora della neve, delle renne e dell'aurora boreale fortemente associate alla casa di Babbo Natale - che si possono trovare in Finlandia.

Chissà cosa potrà riservare il futuro al nostro amico, ma una cosa è certa: Joulupukki inizierà presto il suo lungo viaggio dalla Lapponia - non volando, ma solcando la neve con la sua slitta - per bussare alle porte della Finlandia e chiedere " Onko täällä kilttejä lapsia? "

Lasciare il tuo Commenti

Commenti

  • Non ci sono commenti trovati